it en fr es ru ar ch
Logo

Assistenza e collaborazione per il nuovo Ospedale di Alba-Bra

Alle aziende seguite dall’Istituto Italiano per il Calcestruzzo, si è aggiunta la Gruppo Beton di Savigliano (CN), con l’auspicio di una sinergica cooperazione di potenzialità nella formazione, nella ricerca, nello sviluppo e nella messa a punto di nuove tecnologie e nuovi prodotti altamente performanti e rispondenti alle più disparate esigenze, fornendo un servizio assistenza a 360°.
Sempre con l’obiettivo di offrire la giusta soluzione ad ogni esigenza applicativa, il Gruppo Beton ha studiato in accordo con la D.L. del Gruppo Matarrese (General C. dell’intera opera), calcestruzzi appropriati, sapientemente progettati, qualificati e controllati in corso d’opera. Più precisamente:

  • Per i getti massivi (in particolare negli alti basamenti dei tre blocchi dell’ospedale) nei quali sussistono problemi legati allo sviluppo delle alte temperature con conseguente rischio di fessurazioni, si è utilizzato un calcestruzzo con cemento pozzolanico a basso calore d’idratazione con un basso rapporto a/c. La necessità di avere questo calcestruzzo, con elevate caratteristiche di pozzolanicità ed impermeabilità, si è resa ancor più stringente dalla composizione del suolo langarolo, il cui substrato è ricco di gessi solfiferi e di acque con
    una salinità elevata. Questi dadi di fondazione monolitici hanno richiesto 2000 – 2500 m3/gg di calcestruzzo fornito in continuo, senza interruzioni (con l’ausilio in simultanea di 3 pompe e 15 autobetoniere), per formare un basamento totale di 50 000 m3.



  • Per la costruzione dei locali destinati alle radiografie, sono stati progettati e messi in opera calcestruzzi schermanti baritici, di densità elevata, per la protezione nei confronti delle radiazioni ionizzanti e della radioattività. Operando con conglomerati baritici, è possibile considerare l’efficacia protettiva degli stessi con il valore della loro densità, consentendo riduzioni di spessore a parità di prestazioni schermanti. La barite è un minerale di bario, avente densità relativa > 4,3 kg/dm3.



  • I solai sono stati realizzati con calcestruzzo ad elevata classe di consistenza e di resistenza. Caratteristiche tecniche: classe di resistenza C 45/55, classi di consistenza a metà tra un SCC ed un S5.

Alcuni dati dell’opera

  • Inizio getti in calcestruzzo: gennaio 2009.
  • Metri cubi totali di calcestruzzo consegnati ad oggi: > 100 000 m3, fornito in simultanea dalle centrali di betonaggio di Alba e Verduno.
  • Kg totali di cemento 42,5 N IV/ A(V) > 40 000 000 kg, fornito dalla Betoncem spa, di Cairo Montenotte.
  • Oltre 1000 prelievi eseguiti per il controllo della produzione.
  • Kg totali di ferro destinato all’elevazione e fondazione dell’opera >10 000 000 kg, lavorato dalla Be tonfer srl, di Sommariva del Bosco.

Un ringraziamento particolare allo staff del Gruppo Matarrese che ha fornito tutti i dati tecnici dell’opera. Il Gruppo Industriale Matarrese di Bari, rappresenta oggi una delle più importanti realtà imprenditoriali d’Italia; sorprende positivamente la frase di W. Churchill, che apre la brochure rappresentativa del loro gruppo, che ci pregiamo illustrare.

 

"Alcune persone vedono un’impresa privata
come una tigre feroce da uccidere subito,
altri come una mucca da mungere,
pochissimi, la vedono com’è in realtà:
un robusto cavallo che traina un carro molto pesante."

W.Churchill

« Indietro