it en fr es ru ar ch
Logo

F.lli Borgonovo

Istituto Italiano per il Calcestruzzo sviluppa insieme ai propri Associati la ricerca a 360° sui calcestruzzi e sulle tecnologie correlate di produzione e messa in opera. Sono sempre più numerose le realtà aziendali del settore del calcestruzzo che avviano progetti di collaborazione, ricerche sperimentali, monitoraggi sui propri impianti al fine di aumentare la qualità produttiva, certificare la propria produzione e insieme contribuire all’accrescimento della qualità e della cultura del nostro settore. Oggi prende il via un nuovo progetto di Istituto Italiano per il Calcestruzzo in collaborazione con l’Azienda associata F.lli Borgonovo. Presso la centrale di betonaggio di Verano Brianza una ricerca sperimentale vuole confrontare caratteristiche, qualità e costi del calcestruzzo confezionato in centrale con il premescolatore (l’azienda ha appena montato il nuovo impianto) rispetto a quello confezionato tradizionalmente e miscelato in autobetoniera.

CALCESTRUZZO E PREMESCOLAZIONE. NE PARLIAMO CON LANFRANCO BORGONOVO. La nostra ditta è associata a I.I.C da alcuni anni. All’istituto abbiamo affidato il controllo della qualità dei calcestruzzi che produciamo per i nostri clienti.
Condividiamo pienamente gli obiettivi e il modo di lavorare di I.I.C. e siamo lieti oggi di partecipare coi nostri impianti ad
una ricerca sperimentale in corso da parte dell’Istituto. Noi abbiamo infatti recentemente montato un premescolatore industriale
sul nostro impianto per confezionare direttamente in centrale di betonaggio il calcestruzzo che ci viene richiesto per impieghi particolari dai nostri clienti. Si tratta di un mescolatore orizzontale a due alberi. La ricerca che prenderà presto in via sarà utile anche a noi per valutare differenze ripetto al prodotto tradizionale e mettere a punto nuove ricette, ovvero adeguare le nostre alle nuove tecnologie, per il confezionamento dei calcestruzzi richiesti oggi sui nostri mercati e con la qualità imposta dalle normative vigenti. Il nuovo progetto avrà durata di 3 mesi circa e consisterà in un monitoraggio della qualità della produzione della centrale F.lli Borgonovo di Verano Brianza. Vediamo nelle foto che l’impianto di premiscelazione ha due vie di carico: la prima arriva direttamente in autobetoniera, la seconda invece al nuovo impianto di premescolazione.

In sostanza la ricerca sperimentale andrà a paragonare due prodotti, “seguendoli” dalla produzione all’arrivo in cantiere. A parità di materie prime utilizzate per il confezionamento e a parità di processi di lavorazione svolti in centrale, i tecnici dell’Istituto Italiano per il Calcestruzzo che saranno presenti costantemente in centrale, andranno a osservare e monitorare la produzione di due differenti calcestruzzi: il primo “a secco” come si dice, ovvero in maniera tradizionale caricando gli aggregati opportunamente lavati e selezionati e miscelando il calcestruzzo in autobetoniera. Il secondo tipo di calcestruzzo (wet, come si dice in gergo) verrà invece confezionato in centrale con il nuovo premescolatore. Di entrambi i calcestruzzi “seguiremo” il percorso e il destino, dalla produzione all’arrivo in cantiere, alla posa in opera e corretta maturazione. I.I.C. seguirà la ricerca grazie ad una unità laboratorio mobile opportunamente attrezzata.

I.I.C. ha previsto una serie di 24 prelievi e controlli, cioè 2 volte alla settimana per 3 mesi. Per ognuno dei due tipi di calcestruzzo, realizzati coi medesimi aggregati, secondo la medesima ricetta, verranno prelevati campioni per la realizzazione di cubetti di cls per la realizzazione di tutte le prove tecniche in laboratorio:

  • cubetti cls a fine carico / tecnologia dry
  • cubetti cls a fine carico / tecnologia wet
  • cubetti in cls all’arrivo in cantiere / tecnologia dry
  • cubetti in cls all’arrivo in cantiere / tecnologia wet
  • cono di Abrams a fine carico / tecnologia dry
  • cono di Abrams a fine carico / tecnologia wet
  • cono di Abrams in cantiere / tecnologia dry
  • cono di Abrams in cantiere / tecnologia wet

Inoltre per ogni prelievo verranno segnate con precisione tutte le tempistiche del processo ovvero:

  • posizionamento e inizio carico dell’autobetoniera
  • fine carico della betoniera
  • partenza dell’autobetoniera
  • arrivo in cantiere
  • tempo di scarico

La medesima procedura verrà ripetuta per le due linee di produzione wet e dry. La ricerca si svolgerà parte in centrale di betonaggio, parte in laboratorio presso I.I.C. e parte sui cantieri di destinazione del prodotto. In laboratorio verranno realizzate tutte le prove di rottura dei cubetti per valutare e confrontare le resistenze meccaniche dei due differenti prodotti, durante il processo di asciugatura e naturalmente a maturazione, a 28 giorni. In cantiere, tramite prova di abbassamento al cono di Abrams verranno analizzate e misurate oltre alla classe di consistenza, la lavorabilità e il mantenimento della lavorabilità dei calcestruzzi. I dati ottenuti verranno confrontati, mettendo in relazione diretta i processi e le metodologie di produzione con tempi e costi rilevati. I risultati ottenuti saranno messi a disposizione degli Associati I.I.C.

« Indietro